Sin dal suo rinvio avvenuto quasi un anno fa, Techland non ha fornito novità su Dying Light 2, e nemmeno troppi dettagli rilevanti. Nelle ultime ore, però, è stato svelato che lo sceneggiatore e art director Pawel Selinger ha lasciato la compagnia.

Ad annunciarlo, in realtà, è stato lui stesso tramite il suo profilo LinkedIn. Selinger è entrato a far parte di Techland nel 1999, e venne prima assunto come lead artist, per poi raggiungere i ruoli che sappiamo oggi.

“Dopo oltre ventidue anni, ho deciso di terminare la mia collaborazione con Techland. Vorrei esprimere la mia gratitudine all’azienda che mi ha permesso di svilupparmi e realizzarmi per metà della mia vita. Techland, farò sempre il tifo per te, così come per le persone fantastiche che ho incontrato grazie a te. Ti auguro che Dying Light 2 e i progetti successivi diventino successi mondiali,” ha scritto Selinger su Twitter.

La parte dei “progetti successivi” è interessante, poiché potrebbe indicare titoli non annunciati o più DLC per l’originale Dying Light, il che non stupirebbe, mentre alcuni potrebbero considerare la partenza di Selinger piuttosto preoccupante. Tuttavia, non ci è dato sapere perché sia successo.

Inoltre, la scorsa settimana Techland ha anticipato che ci sarebbero stati alcuni “nuovi aggiornamenti” su Dying Light 2 quest’anno. Dying Light 2 è attualmente in sviluppo per Xbox One, PS4 e PC, ma dovrebbe anche essere un titolo cross-gen.

Fonte: LinkedIn