In un’intervista rilasciata a Wccftech, Tymon Smektala, lead designer di Dying Light 2, ha rivelato che cosa possono aspettarsi i giocatori dal primo DLC della storia.

Secondo i commenti di Smektala, l’espansione è ambientata nello stesso periodo della storia del gioco principale e che si concentrerà su un determinato posto situato al di fuori di Villedor.

“Può essere iniziato subito dopo l’arrivo di Aiden alla Città. Non volevamo costringere i giocatori a finire il gioco prima di potersi divertire con il DLC”, ha detto Smektała. “Ho esaminato alcune delle speculazioni che la nostra comunità ha espresso online, ma non ho visto nessuna di queste teorie azzeccata. Quindi spero che sorprenderemo positivamente le persone con questo DLC”.

“La sua storia è incentrata su un luogo specifico fuori dai confini della città di Villedor. Ma naturalmente, ci saranno delle scelte da fare!,” ha continuato.

Smektala ha successivamente confermato che alcuni dei contenuti in arrivo prossimamente in Dying Light 2 saranno principalmente concentrati sulle esperienze online.

“Pensiamo sicuramente che c’è molto che potremmo fare con il multiplayer di Dying Light, dall’aggiunta di più meccaniche cooperative a molte modalità di gioco diverse e divertenti”, ha concluso.

La scorsa settimana Techland ha pubblicato la patch 1.30 che ha introdotto l’attesa modalità New Game Plus e contenuti endgame.