Il mese scorso vi avevamo riportato che Electronic Arts è stata colpita da un importante attacco informatico da cui sono stati rubati dati come il codice sorgente di FIFA 21 e del Frostbite Engine, il motore grafico usato dalla compagnia per i suoi giochi.

Ora, secondo un report di VICE, dopo che EA si è rifiutata di collaborare con gli autori dell’attacco, alcuni di questi dati sarebbero finiti in rete. Motherboard afferma che 1.3GB dei quasi 800GB di dati rubati sono stati pubblicati su un forum. Stando a quanto visto da VICE, l’archivio conterrebbe riferimenti a strumenti interni di EA e al negozio Origin.

“Qualche settimana fa abbiamo inviato un’email per il riscatto a EA, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta, quindi pubblicheremo i dati”, si legge in uno dei post visti da VICE. “Se non ci contattano o non ci pagano, continueremo a pubblicare altro,” continua la minaccia.

Un portavoce di EA ha detto a Motherboard: “Siamo consapevoli dei recenti post dei presunti hacker e stiamo analizzando i file rilasciati. In questo momento continuiamo a credere che non siano stati rubati dati in grado di porre preoccupazioni per la privacy dei giocatori. Non abbiamo motivo di credere che ci sia alcun rischio materiale per i nostri giochi, il nostro business o i nostri giocatori. Continuiamo a lavorare con le forze dell’ordine come parte di questa indagine”.

Infine, ad un certo punto gli hacker avrebbero persino chiesto a VICE di consegnare un messaggio ad EA per conto loro. Chiaramente il sito si è rifiutato di farlo, e in risposta ha iniziato a pubblicare questi dati rubati.