EA ha brevettato una tecnologia che potrebbe permettere ai giocatori di streammare e giocare a dei giochi completi prima che siano stati scaricati e installati sul proprio sistema.

Scoperto da GameRant, questo brevetto può essere trovato sul sito del United States Patent and Trademark Office, dove si può vedere un diagramma del sistema in azione. Secondo quanto rappresentato nel brevetto, questa tecnologia prevede la creazione di un “client dinamico” che fornisce un gioco in streaming ai giocatori da un “motore di simulazione remoto” su richiesta.

“Il client dinamico può utilizzare un motore di streaming in combinazione con un servizio di streaming di applicazioni per fornire agli utenti la possibilità di iniziare a giocare rapidamente su una vasta gamma di dispositivi”, si legge nel brevetto. Cosa significa, ciò, di preciso? In breve, questo permetterebbe a qualcuno di giocare ad un titolo appena acquistato senza doverlo scaricare sul proprio sistema grazie proprio a qualcosa di simile a Google Stadia o altri servizi basati su cloud.

Non è del tutto chiaro se si scaricherà il gioco in background durante questo processo, ma è implicito che questo è il problema che EA sta cercando di risolvere. Questa tecnologia vuole risolvere il processo di installazione “che richiede tempo”, evitando l’attesa per permettere ai giocatori di saltare nell’azione.

“A causa delle grandi dimensioni dei giochi, può richiedere una quantità significativa di tempo di un utente per iniziare a giocare un gioco dopo che è stato acquistato”, si legge nel brevetto. “Questo processo di download può essere abbastanza frustrante se un utente è interessato a giocare un nuovo gioco con gli amici o ha una quantità limitata di tempo per giocare”.

I giocatori avranno probabilmente ancora bisogno di avere una connessione internet piuttosto veloce al fine di gestire lo streaming, ma significa che i giocatori potrebbero giocare ad un gioco non appena lo comprano, piuttosto che aspettare che si installi o si scarichi prima.