Bandai Namco ha aggiornato a sorpresa il sito ufficiale di Elden Ring nella giornata di oggi, e da qui sono emersi nuovi dettagli su trama e gameplay del titolo firmato FromSoftware.

Cominciando dalla storia, ecco cosa c’è di nuovo.

L’Ordine aureo è infranto. In tutto l’Interregno, i semidei che possiedono i frammenti dell’Anello ancestrale litigano e guerreggiano sulle rovine di un regno perfetto, ormai abbandonato dalla guida aurea della Volontà superiore. I reietti giungono mentre l’eco del conflitto tuona in lontananza. In passato, i loro progenitori hanno vissuto nell’Interregno. Purtroppo, la loro tribù ha perduto la luce benedetta della grazia molto tempo fa e ha subito la condanna all’esilio. Vengono chiamati Senzaluce e sono tornati per reclamare la Sovranità ancestrale che è stata promessa loro dalla leggenda.

Questo è il mondo di ELDEN RING. L’Interregno attende la tua esplorazione, Senzaluce. Attraverserai le vaste pianure, galopperai sulle colline e salterai in cima a dirupi rocciosi in sella al tuo destriero evanescente, svelando un mondo brulicante di vita e pericoli. La tua avventura ha inizio nelle grandi pianure, le cui praterie sono popolate da creature mistiche, da orrori inenarrabili in agguato nelle paludi e da ogni sorta di soldato e guerriero itinerante in attesa di incauti viandanti. Creature timide ruminano l’erba fresca o scorrazzano nel sottobosco.

Elden_Ring_03_Screen

I pochi abitanti che non sono folli od ostili si soffermano vicino ai resti delle città martoriate dalla Disgregazione. Se li aiuterai, potrebbero fornirti delle risposte. Al di sopra di tutti, protetti in terreni tramandati dalle generazioni precedenti e pieni di trappole, segreti e guardiani, i semidei (signorotti corrotti, un tempo membri di una nobile famiglia regale) regnano sui loro territori grazie all’immenso potere garantito dai frammenti dell’Anello ancestrale.”

Passando invece al gameplay, Bandai Namco ha confermato che il proprio personaggio potrà utilizzare “decine di abilità” e prendere un’importante decisione per creare il protagonista che si preferisce.

“Qualora riuscissi a trovare le grazie perdute, la loro guida ti farà intraprendere il viaggio per riconquistare con la forza e la magia queste terre dai semidei. Ma dovrai fare molta attenzione a non ripetere i loro errori! La scelta è tua. Desideri il potere o la conoscenza? Prendi la tua decisione e crea il personaggio che ritieni più idoneo.

Elden_Ring_09_Screen

Prova decine di abilità e scopri quella che si adatta meglio al tuo stile. Allena la tua furtività per evitare i pericoli e cogliere di sorpresa i nemici. Sfrutta l’ambiente, gli elementi atmosferici e le fasi della giornata per ottenere un vantaggio. Apprendi l’arte del combattimento: intuire le intenzioni del nemico e parare o schivare al momento giusto può fare la differenza fra la vita e la morte. Sprona il tuo destriero in battaglia contro i mercenari e falli cadere dai loro cavalli.

Padroneggia incantesimi arcani, apprendendoli dai maestri che ancora si aggirano fra le macerie della guerra. Evoca famigli spirituali per rovesciare le sorti di una battaglia in tuo favore o chiama altri Senzaluce per combattere al tuo fianco e condividere il tuo fardello mentre prosegui l’esplorazione. Oppure puoi immergerti nella storia complessa e sanguinaria della Disgregazione per scoprire i segreti perduti dei semidei e dei loro simili. Hai a disposizione tutte queste opzioni… e non solo. Alla fine, la tua avventura sarà determinata dall’entità della tua ambizione. Più grandi saranno i tuoi obiettivi, maggiore sarà la sfida. Se deciderai di reclamare il tuo diritto di nascita sull’Interregno, allora… sì, dovrai combattere.”

Elden Ring uscirà su PC, PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X/S il 21 gennaio 2022. Il director Hidetaka Miyazaki ha recentemente parlato della difficoltà del titolo, mentre qualche settimana fa ha svelato davvero tantissimi dettagli su gameplay, multiplayer e molto altro. Inoltre, George R.R. Martin, che ha pensato alla storia di Elden Ring, ha detto di aver finito il suo lavoro “anni fa”.