Embracer Group (precedentemente noto e conosciuto come THQ Nordic) apparentemente non si fermerà ad acquisire studi finché non avrà “abbracciato” l’intera industria videoludica, o perlomeno tutto quello che è in grado di portare nelle sue mani.

La società ha recentemente annunciato l’acquisizione di 12 nuovi studi, tra cui Flying Wild Hog, Zen Studios e Snapshot Games. Questi studi si uniscono alla loro già vasta serie di compagnie, tra cui Saber Interactive, 4A Games, Coffee Stain Studios, Volition, Milestone, Gunfire Games, Warhorse Studios e altre ancora. Le acquisizioni, però, non finiranno di certo qui.

Come parte del loro report fiscale più recente, Embracer Group ha rivelato di essere in trattative di acquisizione con più di 100 sviluppatori. Sì, esatto, 100. Di questi, almeno una dozzina sono “aziende considerevoli” che potrebbero essere scorporate nelle proprie divisioni, in modo simile a quanto ha fatto Embracer con Saber Interactive.

“Negli ultimi tre mesi abbiamo discusso con oltre 100 imprenditori per invitarli a farli entrare nella famiglia Embracer, tra cui una dozzina di aziende di notevoli dimensioni che hanno il potenziale per creare nuove unità operative,” si legge nel report.

Da dove tiri fuori i soldi Embracer non è chiaro, e nemmeno quale sia il loro obiettivo finale. Nonostante ciò, sembra che la compagnia voglia davvero acquisire di tutto e di più.

Fonte: ResetEra