In una nuova intervista rilasciata al The Washington Post, Naoki Hamaguchi, co-director di Final Fantasy 7 Remake, ha anticipato che alcune delle novità introdotte in Intergrade, la versione per PS5 del gioco che include un episodio extra con protagonista Yuffie, potrebbero essere presenti anche nella seconda parte del titolo, ancora in sviluppo.

Parlando del sistema di ATB recuperato dal gioco originale del 1997, Hamaguchi ha detto che “da questo punto di vista, sono piuttosto soddisfatto di questa forma finale, in cui l’elemento strategico della battaglia a comando dell’originale coesiste con la battaglia in tempo reale e orientata all’azione”.

“Inoltre, con ‘Intermission’, c’è un altro elemento: le mosse combo in cui Yuffie e Sonon fanno squadra… il che dà una sensazione diversa nella strategia di battaglia. Vorrei far leva su questi, compresi altri elementi che abbiamo provato in ‘Intermission’, nella nostra prossima storia,” ha spiegato.

Final_Fantasy_7_Remake_Intergrade_Intergrade_April_Screenshot_3

In un’altra intervista, rilasciata invece a IGN, Hamaguchi ha fortemente suggerito che la seconda parte di Final Fantasy 7 Remake avrà una componente open-world.

Hamaguchi ha detto che “la prossima parte porterà Cloud e compagnia a lasciare Midgar e ad esplorare il mondo“. Inoltre, ha aggiunto che “la prossima sfida del team di Square Enix sarà quella di creare un gameplay che sfrutti la vastità del mondo“. I commenti del co-director lasciano pensare che Final Fantasy 7 Remake Parte 2 sarà più un gioco “open-world” rispetto alla Parte 1. Per saperlo, però, dovremo attendere un annuncio vero e proprio di questo nuovo capitolo.

Final Fantasy 7 Remake è disponibile su PS4 e su PS5.