GamingTalker è alla ricerca di collaboratori per le notizie, per saperne di più visita questa pagina!

Il Manchester United, una delle principali squadre calcistiche inglesi, europee e mondiali, ha scelto di aprire una causa legale verso SEGA Publishing e Sports Interactive per una violazione del copyright in Football Manager 2020.

Come riportato dal Guardian, il club del Regno Unito accusa gli sviluppatori di aver inserito il nome della squadra, protetto da copyright, in molteplici occasioni in tutto il gioco. Inoltre, Sports Interactive non avrebbe utilizzato l’emblema ufficiale del Manchester United, rimpiazzato da un semplice logo a strisce bianche e rosse.

Secondo il Manchester United, inserire nel gioco il nome della squadra senza utilizzare il logo ufficiale non autorizza il proprietario del franchise ad ottenere una licenza per il marchio corretto.

SEGA e SI Games hanno replicato alle dichiarazioni del team inglese affermando che l’utilizzo del nome della squadra è un riferimento legittimo al Manchester United in un ambito calcistico, aggiungendo inoltre che il nome club è presente nella serie videoludica sin dal 1992, quando era ancora conosciuta come Championship Manager.

Stando all’avvocato del Manchester United, inoltre, il brand in questione è uno dei più riconosciuti al mondo, e il team guadagna molti soldi grazie alle licenze. Tuttavia, nominare la squadra senza includere il logo ufficiale non rispetterebbe alcuni accordi.

“I consumatori si aspettano di vedere il logo della squadra vicino al nome Manchester United,” ha dichiarato Simon Malynicz. “Non fare ciò diventa un vero e proprio uso [del marchio] incorretto.”

Malynicz ha chiesto al giudice di questa causa, Mr. Justice Morgan, di includere nell’azione legale la presenza di patch e mods che permettono ai giocatori di introdurre il logo ufficiale del Manchester United nel gioco senza una corretta licenza.

Al momento non sappiamo chi saranno i vincitori della causa, considerando che da vent’anni a questa parte il team inglese non ha mai riportato delle problematiche simili.

Fonte: The Guardian | Via: PC Gamer