Questa mattina Epic Games ha introdotto un nuovo metodo di pagamento in Fortnite che permette agli utenti mobile di acquistare i V-Bucks ad un prezzo più basso del 20% non passando da Apple o Google al momento dell’acquisto bensì andando direttamente a pagare il team di sviluppo.

Lo studio ha ridotto del 20% il prezzo di tutti i V-Bucks su tutte le piattaforme, con i giocatori mobile che ottengono lo sconto solo se selezionano la nuova opzione “Acquisto diretto Epic” al momento del pagamento. Questa mossa, effettuata per non fornire ai due colossi il 30% del conto totale, apparentemente non è piaciuta ad Apple.

La casa di Cupertino ha infatti in questi minuti rimosso Fortnite dall’App Store per iOS, affermando a The Verge che ha intenzione di lavorare con Epic per risolvere queste violazioni di linee guida sui pagamenti ma che non ha intenzione di creare una soluzione speciale.

Oggi Epic Games ha compiuto lo sfortunato passo di violare le linee guida dell’App Store che vengono applicate allo stesso modo a tutti gli sviluppatori e progettate per mantenere il negozio sicuro per i nostri utenti. Di conseguenza, la loro app Fortnite è stata rimossa dallo store,” ha detto Apple. “Epic ha abilitato una funzionalità nella sua app che non è stata esaminata o approvata da Apple e lo ha fatto con l’espresso intento di violare le linee guida dell’App Store per quanto riguarda i pagamenti in-app che si applicano a ogni sviluppatore che vende beni o servizi digitali.”

Al momento non è chiaro se o quando Fortnite tornerà nell’App Store di Apple.

Fonte: The Verge