Friday the 13th: The Game non ha avuto un enorme successo dopo un lancio accidentato, ma nonostante ciò, la community è cresciuta con un sincero attaccamento all’adattamento del franchise horror. Tuttavia, tutte le belle cose devono arrivare ad una fine, e un nuovo post sul blog del team di sviluppo descrive in dettaglio il futuro del titolo.

Qui, lo studio ha spiegato che i server dedicati verranno chiusi presto. Detto questo, le lobby delle partite veloci rimarranno aperte, nonostante questo cambiamento, così come le partite private. Anche i server collegati alla progressione del giocatore e agli oggetti di gioco rimarranno attivi.

“I server dedicati per Friday the 13th: The Game verranno disattivati nella prossima patch, prevista per il lancio questo mese, novembre 2020. Ciò significa che il gioco tornerà al matchmaking peer to peer per le lobby Quick Play. I server database, tuttavia, rimarranno attivi e continueranno a ospitare tutti i progressi e gli oggetti sbloccati dei giocatori, in modo che gli utenti possano continuare a giocare tramite Quick Play peer to peer e partite private,” si legge nel post.

La patch imminente prevista per novembre sarà l’aggiornamento finale del gioco, e includerà un sacco di correzioni di bug che i giocatori hanno segnalato di recente, che saranno tutti dettagliati nelle note una settimana prima del lancio.

Il gioco continuerà a essere disponibile per la vendita e come tale continuerà a ricevere il pieno supporto di JasonKillsBugs.com come risorsa per la risoluzione dei problemi.

Friday the 13th: The Game è disponibile su PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch.