Gli organizzatori della Game Developers Conference (GDC) hanno rilasciato i risultati del nono sondaggio annuale sullo stato dell’industria videoludica, rivelando le tendenze più in voga nel mondo dello sviluppo videoludico. Il sondaggio ha mostrato interessanti cambiamenti, ma non solo. Ad esempio, si può notare che è presente un crescente interesse nello sviluppo di giochi per PlayStation 5, con il PC che continua a regnare come piattaforma di scelta.

Cominciando dal primo punto, il 44% degli sviluppatori che ha partecipato al sondaggio ha detto che il proprio gioco ha subito un rinvio a causa della pandemia. Gli studi sono cresciuti durante la pandemia: il 47% ha ampliato il personale; il 34% è rimasto lo stesso. Sebbene il 41% degli intervistati lo scorso luglio avesse detto che la loro produttività ha subito un colpo a causa del lavoro a distanza, il 66% degli intervistati quest’anno ha detto che la loro produttività e creatività è rimasta la stessa o addirittura è aumentata.

gotham_knights_nightwing_reveal_screenshot

Poi, è stato svelato che solo il 3% degli intervistati pensa che il modello 30/70 di suddivisione dei guadagni sugli store digitali sia giustificato. Come ben sappiamo, gli sviluppatori si affidano in gran parte a negozi di terze parti come Steam, GOG, Google Play, App Store di Apple e Epic Games Store per vendere i loro giochi. Vendere giochi attraverso questi servizi ha un costo: la quota standard è normalmente del 70% per lo sviluppatore e del 30% per il capo della piattaforma, anche se lo standard sta cambiando un po’.

Infine, sembra che PS5 sia la console più popolare per cui sviluppare, con il PC che, tuttavia, è ancora la piattaforma più popolare. Gli sviluppatori, infatti, si stanno ambientando con lo sviluppo per le console di nuova generazione, e la PlayStation 5 di Sony è in testa all’interesse quando si tratta di console. Il 44% degli intervistati ha detto che PS5 è la piattaforma per cui sono più interessati in questo momento, seguita da Nintendo Switch al 38% e Xbox Series X/S al 30%. Tra tutte le piattaforme, il PC ha guidato l’interesse degli sviluppatori per un altro anno al 58%.

Cosa ne pensate dei risultati del sondaggio?