Aggiornamento, 01/03/2021 – 14:24: Google ha dichiarato a GamesRadar che il report di VGC sui progetti per Google Stadia cancellati, incluso un titolo di Hideo Kojima, è “impreciso e riporta cose ‘per sentito dire’ come un fatto”. La compagnia ha aggiunto che “[non] ha nulla, né ha annunciato nulla, con Kojima o Yu Suzuki”.

Notizia originale, 27/02/2021 – 14:33: Secondo un nuovo report di VGC, il team Stadia di Google avrebbe cancellato decine di progetti e accordi con sviluppatori di terze parti in seguito ad un continuo allontanamento dalla produzione di videogiochi negli ultimi mesi.

Tra questi progetti scartati, secondo quanto riportato, troviamo un titolo multiplayer di un ex sviluppatore di Assassin’s Creed, un sequel di Journey to the Savage Planet, e persino delle idee e proposte di Hideo Kojima e Yu Suzuki per la creazione di esclusive per Stadia. Parlando di accordi con sviluppatori esterni, Stadia avrebbe lavorato con Harmonix per un nuovo titolo originale oramai completo, ma non cancellato, apparentemente.

“Sebbene Google abbia spostato la sua strategia, rimaniamo incredibilmente entusiasti di ciò su cui abbiamo lavorato per Stadia, e se il progetto non verrà rilasciato per Stadia lo porteremo su altre piattaforme”, ha detto a VGC il CEO di Harmonix, Steve Janiak. Per quanto riguarda, invece, il titolo di Kojima Productions, questo sarebbe stato un gioco horror ad episodi. Secondo le fonti di VGC, lo studio giapponese era desideroso di buttarsi nel mondo del cloud gaming, ma il tutto sarebbe stato fermato da Phil Harrison, GM di Stadia, lo scorso anno.

A VGC è stato anche detto che Typhoon, team successivamente acquistato da Google, stava lavorando attivamente ad un sequel del titolo d’avventura Journey to the Savage Planet, poi cancellato in seguito alla chiusura degli studi interni di Google di questo mese.

Nelle scorse ore è stato pubblicato un report di Bloomberg secondo cui Google avrebbe speso decine di milioni di dollari per avere dei porting di grandi titoli come Red Dead Redemption 2.