Negli ultimi giorni 343 Industries ha pubblicato un post sul proprio blog che rivelava che i giocatori di Halo: The Master Chief Collection, con il prossimo aggiornamento, potevano acquistare degli oggetti col sistema simile ad un Pass Battaglia. Questa riga ha suscitato molte polemiche, ma a quanto pare non sarà così.

Con un post su Twitter, Tyler Davis di 343 Industries ha rivelato che la riga in questione è stata scritta in modo errato e che la giusta parola, invece di “acquistare”, è “sbloccare“, smentendo quindi la presenza di ogni tipo di microtransazione, seppur per oggetti estetici o simili.

“C’era una riga nell’intervista in cui parlavamo di utilizzare i punti della stagione per comprare alcune cose,” ha scritto Davis. “La parola acquistare è stata compresa male e non riguarda i soldi veri. Abbiamo aggiornato la frase per rimuovere la parola “acquistare” dal blog.”

Halo: The Master Chief Collection è un raro esempio di un grande gioco che non include alcun tipo di microtransazione: Halo 5 Guardians ne offre con il sistema di Req, mentre Halo: Infinite, in uscita a fine anno, potrebbe seguire la stessa strada del suo predecessore.

Halo: The Master Chief Collection è disponibile su Xbox One in versione completa, mentre quella PC include tutti i giochi fino ad Halo 3, che sarà introdotto in futuro con un nuovo aggiornamento.

Fonte: Twitter | Via: GameSpot