Nella nuova puntata del podcast di IGN, in cui ha parlato anche di Project 007, il CEO di IO Interactive, Hakan Abrak, ha discusso del futuro della serie di Hitman ora che Hitman 3, terzo capitolo della trilogia reboot, è disponibile sul mercato.

Nonostante il team sia al lavoro sul gioco dell’agente segreto più conosciuto al mondo, Abrak ha assicurato ai fan che Hitman 3 non rappresenta la fine della serie. Più semplicemente, l’Agente 47 si prenderà una meritata vacanza. IO Interactive, allo stesso tempo, continuerà a lavorare su DLC e contenuti aggiuntivi di Hitman 3 come sta già facendo.

“Il nostro pensiero in questo momento è che l’Agente 47 si merita un po’ di riposo. È stato impegnato negli ultimi tre giochi. Ma, detto questo, siamo incredibilmente occupati con gli elementi live, supportando il ‘World of Assassination’, come chiamiamo tutti e tre i giochi,” ha spiegato Abrak. “Per quasi cinque anni, abbiamo rilasciato qualcosa di nuovo ogni settimana per le nostre community, da quando abbiamo lanciato Hitman 1. E continueremo a farlo, andando avanti.”

“Questa non è la fine dell’Agente 47. Voglio solo assicurarmi che tutti lo sappiano… Come abbiamo detto prima, è sinonimo di IO, è un nostro franchise molto amato e, ovviamente, Hitman continuerà. L’Agente 47, forse, si prenderà un po’ di riposo, ma questo non significa che non stiamo lavorando a delle cose molto, molto belle nel mondo dell’assassino. Quindi, c’è sicuramente dell’attività in arrivo e non vedo l’ora di parlarne in futuro”.

Cosa ne pensate? Hitman 3 è disponibile su PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S, Nintendo Switch e Google Stadia.