Continua il conto alla rovescia per il lancio di Horizon Forbidden West, la nuova avventura dell’eroina Aloy firmata Guerrilla Games. Dopo averci presentato le tribù dell’Ovest Proibito e aver annunciato Horizon Call of the Mountain per PS VR2, lo studio ha rivelato inediti dettagli sul gameplay del gioco in un reportage di Game Informer.

In questo articolo in particolare lo studio olandese si è voluto soffermare su alcuni dei miglioramenti introdotti in Horizon Forbidden West rispetto ad Horizon Zero Dawn. Mentre Guerrilla ha ribadito novità come una migliore interfaccia utente, un nuovo albero delle abilità e migliori scene cinematiche, ci sono nuove interessanti informazioni.

Ad esempio il team ha confermato che Horizon Forbidden West offrirà ricompense migliori nelle missioni secondarie rispetto al gioco originale. “C’è molta più varietà in questo senso – un maggior senso di realizzazione che si ottiene effettivamente qualcosa di bello in cambio per fare queste missioni”, ha detto il director Mathijs de Jonge. “Questa era un’altra parte in cui sapevamo di dover migliorare. Così si ottiene un’ottima arma o un bell’abito, qualcosa che è davvero utile per la prossima missione o attività”.

Il narrative director Benjamin McCaw ha aggiunto che in Horizon Forbidden West Aloy passerà meno tempo da sola. “Un grande obiettivo che abbiamo voluto raggiungere dal primo gioco al secondo è il trascorrere più tempo con i personaggi chiave“, ha affermato McCaw. “Questo è qualcosa che abbiamo cercato di fare in modo coerente in tutto il gioco. Non solo per i personaggi che si incontrano nella missione principale, ma anche per certi personaggi delle missioni secondarie; non se ne vanno solo dopo una missione”.

Horizon Forbidden West sarà disponibile su PS4 e PS5 dal 18 febbraio 2022.