Housemarque, lo studio di Returnal, ha rivelato di aver rifiutato offerte di acquisizione da altre grandi compagnie dell’industria videoludica per entrare a far parte di PlayStation Studios.

In un’intervista rilasciata al sito finlandese Yle, il CEO Ilari Kuittinen ha detto di non aver ricevuto offerte solo da Sony, ma anche da altre aziende non meglio specificate.

Quando gli è stato chiesto chi avesse approcciato Housemarque, il dirigente ha detto:I soliti sospetti: grandi compagnie del settore dalla Cina, dalla Svezia e dagli Stati Uniti. Devo dire che abbiamo avuto una primavera molto speciale e il fatto che fossero in competizione per noi sembra addirittura un po’ surreale”.

“Era chiaro dalle nostre discussioni che Sony voleva comprarci perché stavamo facendo qualcosa che gli altri non stavano facendo. Il loro punto di partenza non è stato che avremmo iniziato a fare giochi secondo una formula da loro definita,” ha aggiunto.

Entrando nel campo delle speculazioni, pensiamo che l’azienda cinese sia Tencent, mentre quella svedese THQ Nordic / Embracer Group. Per quanto riguarda gli Stati Uniti, invece, le opzioni sono davvero tante e non sapremmo decidere.

In ogni caso, Housemarque ha recentemente rivelato che i suoi futuri giochi potrebbero essere più grandi di Returnal grazie anche all’acquisizione da parte di Sony.