Koei Tecmo e Nintendo hanno oggi annunciato che Hyrule Warriors: L’Era della Calamità, il secondo capitolo della serie musou spin-off di The Legend of Zelda, ha venduto 4 milioni di copie in tutto il mondo.

A fine aprile le aziende giapponesi avevano riportato che il gioco aveva venduto 3.7 milioni di copie, e ancora prima, a novembre del 2020, a pochi giorni dal lancio avvenuto il 20 novembre 2020, 3 milioni di copie. Le vendite sono aumentate di 300.000 unità dall’ultimo resoconto di Koei Tecmo, numero non da sottovalutare per un titolo musou, genere che sappiamo essere di nicchia specialmente in occidente.

In Hyrule Warriors: L’Era della Calamità un antico male minaccia di consumare tutto ciò che trova sulla sua strada, mettendo in pericolo il fato di Hyrule. Nei panni di Link e Zelda, oltre che di Impa e i quattro campioni di Hyrule (familiari per chi ha giocato The Legend of Zelda: Breath of the Wild), dovremo schierare le nostre forze sul campo di battaglia e affrontare la temibile calamità Ganon.

Hyrule Warriors: L’Era della Calamità è disponibile su Nintendo Switch.