Take-Two aveva annunciato lo scorso anno che NBA 2K21 sarebbe costato 80 euro su PS5 e Xbox Serie X/S. Questo ha scaturito qualche polemica, e il publisher ha poi fatto una leggera marcia indietro, affermando che non tutti i suoi giochi avranno questo prezzo.

Da allora, alcuni publisher hanno iniziato a pubblicare i loro giochi next-gen ad un prezzo più alto del solito, come ha fatto Activision con Call of Duty: Black Ops Cold War. Questo sarà, molto probabilmente, il futuro del mercato videoludico. Ed ora, in una serie di domande agli investitori, il CEO di Take-Two, Strauss Zelnick, ha detto implicitamente che i giocatori siano pronti per questo cambiamento.

“Il nostro punto di vista è che stiamo offrendo una straordinaria gamma di esperienze e molta rigiocabilità”, ha detto Zelnick. “L’ultima volta che c’è stato un aumento dei prezzi in prima linea negli Stati Uniti è stato nel 2005-2006. Quindi pensiamo che i consumatori fossero pronti per questo”.

“La nostra visione è quella di fornire sempre più valore di quello che facciamo pagare, per assicurarci che sia l’esperienza che il pagamento dell’esperienza siano positivi per il consumatore”, ha spiegato. “Sappiamo tutti, aneddoticamente, che anche se si ama un’esperienza di consumo, se si sente che si è pagato troppo, l’esperienza si rovina e non si vuole averla di nuovo. Se vai in un bel ristorante e hai una grande esperienza e un ottimo pasto, ma il conto è il doppio di quello che pensi dovrebbe essere, non ci tornerai più.”

“Vogliamo sempre che i consumatori sentano che forniamo molto di più di quanto chiediamo in cambio. Questo è vero anche per le spese ricorrenti dei consumatori. Siamo qui per attivare e coinvolgere i consumatori, e se lo facciamo, la monetizzazione segue”.

Zelnick ha recentemente affermato che la remastered di GTA 5 per PS5 e Xbox Series “sarà più di un porting“.