Lo sviluppatore di un cheat di Call of Duty Warzone che usava il machine learning per funzionare ha scelto di cancellare il suo lavoro.

Come riportato da VICE, su richiesta di Activision lo sviluppatore ha deciso di smettere di lavorare su questo programma. “Su richiesta di Activision Publishing, Inc (“Activision”), non svilupperò o fornirò più l’accesso a software che potrebbero essere usati per sfruttare i loro giochi”, ha detto il creatore del cheat in un comunicato.

La mia intenzione non è mai stata quella di fare qualcosa di illegale. Alla fine del video che ha portato tanta attenzione a questo progetto, c’era scritto “in arrivo”. Il software non è mai stato pubblicato”, continua la dichiarazione.

Per chi non lo sapesse, qualche giorno fa era uscita la notizia di un cheat che utilizzava il machine learning. Questo programma funzionerebbe anche su console, e monitorerebbe e imparerebbe le tattiche dei giocatori avversari evolvendosi in tempo reale per dare un vantaggio sleale. Ora, una settimana dopo, Activision ha scelto di mettersi in mezzo, costringendo lo sviluppatore a smettere di lavorare sul cheat.