Il mondo dei videogiochi sta crescendo sempre di più, e sembra che stia attraendo anche filantropi da regioni che, solitamente, non sono così tanto attive in questo momento. È il caso dell’Arabia Saudita, questa volta.

In un documento depositato nelle scorse ore, il fondo d’investimento pubblico saudita ha rivelato grandi partecipazioni in tre grandi compagnie di videogiochi, con un investimento combinato di 3.28 miliardi di dollari. L’Arabia Saudita scommette di più su Activision Blizzard, con l’acquisto di 14.96 milioni di azioni, seguito dalle 7.42 milioni di azioni di Electronic Arts e 3.97 milioni di azioni di Take-Two Interactive.

Questi investimenti non sono piccoli, rendendo il Public Investment Fund il sesto più grande investitore in Activision, il sesto più grande in Electronic Arts e il quinto più grande in Take-Two. Come la loro grande partecipazione avrà un impatto sulle aziende rimane da vedere, in realtà.

Le compagnie videoludiche hanno beneficiato in modo unico della pandemia di COVID-19, con le persone che hanno giocato a sempre più giochi e hanno speso più soldi per essi. I prezzi delle azioni di EA, Activision e Take-Two sono aumentati notevolmente nell’ultimo anno.