Naoki Yoshida, producer di Final Fantasy 14, ha rivelato che inizialmente alcuni membri del team di Final Fantasy 16 erano al lavoro su una nuova IP d’avventura simile a Bloodborne, anche se si trattava di un gioco multiplayer asimmetrico 4v1.

La scoperta arriva dalla traduzione in inglese della colonna bisettimanale “Yoshida Uncensored” di Yoshida sulla rivista giapponese Famitsu. In queste lunghe discussioni con Famitsu il producer ha rivelato che, prima di lavorare sull’MMORPG che ha aiutato a far rinascere e all’imminente Final Fantasy 16, lui e altre persone stavano sviluppando un gioco fantasy che “era praticamente Bloodborne”.

Hiroshi Takai, director di Final Fantasy 16, ha detto che “era simile a Bloodborne”. “Aveva le stesse armi e pistole, ed era in stile gotico”. Yoshida ha poi aggiunto che non si trattava esattamente di un RPG, ma di un gioco action piuttosto estremo con multiplayer 4v1 asimmetrico come Dead by Daylight o Evolve. “Era praticamente Bloodborne più quel sistema,” ha detto Yoshida. “Penso che sarebbe stato un incredibile flop”.

Il progetto stava iniziando a prendere forma dopo circa 6-8 mesi, ma i lavori si fermarono per alcuni problemi nello sviluppo. “Non sapevo quanto avremmo continuato a lavorare, e mi sentivo obbligato a formare i candidati per il prossimo director,” ha aggiunto Yoshida. “Ho avuto accese discussioni con Takai-san perché gli stavo affidando troppe cose.”