In una nuova intervista rilasciata ad Axios, Jim Ryan, capo di PlayStation, ha commentato la rimozione di Cyberpunk 2077 dal PlayStation Store avvenuta a pochi giorni dal disastroso lancio.

Sei mesi dopo il rilascio dell’RPG il gioco non è ancora tornato nel negozio digitale di Sony, e questo perché la compagnia non voleva vendere qualcosa con la consapevolezza che potesse non funzionare correttamente.

È stata una decisione difficile da prendere per noi, ma alla fine, abbiamo dovuto agire nell’interesse della comunità PlayStation, e non vendere consapevolmente un gioco che potrebbe risultare in una brutta esperienza per loro,” ha spiegato Ryan.

Per quanto riguarda ciò che servirebbe a Cyberpunk 2077 per tornare sul PlayStation Store, Ryan non ha detto nulla.

Questa è la prima volta che Sony ha commentato la rimozione di Cyberpunk 2077 dal PS Store, e potrebbe essere anche vista come scelta ipocrita da parte di alcuni giocatori dato che un certo numero di giochi PlayStation vengono lanciati pieni di bug. Tuttavia, considerato l’alto profilo di Cyberpunk 2077, sarebbe stato difficile per Sony trascurare le lamentele.