In una nuova intervista rilasciata al sito cinese TMT Post, il CEO di SIE, Jim Ryan, ha detto che, per lui, i giocatori si ricordano solamente dei migliori giochi, e non di quelli mediocri.

Questa affermazione potrebbe andare a dare ancora più conferma alle recenti voci di corridoio secondo cui Sony starebbe puntando sempre di più sui blockbuster e di meno su titoli sviluppati da studi indipendenti.

“Le persone come me devono tenere a mente queste due cose e rendersi conto che è meglio aspettare e avere un grande gioco piuttosto che affrettarsi e avere un gioco che è ok o abbastanza buono. I giocatori ricordano solo i giochi migliori piuttosto che quelli OK,” ha spiegato. “Se è un grande gioco, i giocatori possono volere un sequel, e vorranno anche comprare un sequel, ma nessuno si preoccupa veramente di un gioco che è solo OK. Naturalmente, a causa di considerazioni finanziarie e di prodotti del portfolio, facciamo un po’ di pressione sugli Studios per pubblicare un certo prodotto entro il tempo previsto. Ma in generale, non vogliamo prodotti che siano OK, vogliamo il meglio.”

ratchet-clank-rift-apart-rivet-reveal

Un altro punto importante di questa intervista è come Ryan vede le nuove proprietà intellettuali. Secondo lui le nuove IP sono la linfa vitale dell’industria videoludica, ma allo stesso tempo è molto difficile crearne una.

Le nuove IP sono la linfa vitale di qualsiasi industria dell’intrattenimento, ma è molto difficile creare una nuova IP. Noi siamo fortunati. Sulla piattaforma PlayStation, il più recente Ghost of Tsushima di Sucker Punch è una IP di grande successo. Anche Horizon Zero Dawn di Guerrilla Games è un successo. E Days Gone si è comportato bene sul mercato. Anche Astro Bot Rescue Mission su PS VR ha ottenuto ottimi risultati e ora dovrebbe essere disponibile sul mercato cinese. Sono molto felice che possiamo fare questo negli ultimi anni, ma richiede un grande coraggio e fiducia nello studio,” ha concluso.

Cosa ne pensate?