Kena: Bridge of Spirits è il nuovo gioco dello studio indipendente Ember Lab, e sin dal suo reveal lo scorso anno sembra essere davvero promettente. Oltre ad essere una classica esperienza action-adventure, a giocare un ruolo importante nel titolo saranno i Rot, gli adorabili piccoli spiriti che Kena incontrerà e con cui farà squadra durante il suo viaggio. Dall’esplorazione alla risoluzione dei puzzle al combattimento, i Rot saranno una parte importante del gameplay, e in una recente intervista rilasciata a GamesRadar, gli sviluppatori di Kena hanno parlato specificamente di come agiranno in combattimento.

Josh e Mike Grier, co-fondatori di Ember Lab, hanno spiegato che i Rot potranno attaccare i nemici con una lunga serie di abilità: potranno sparare attacchi a proiettile, mutare forma e persino all’aiutare i giocatori a guarire. I Rot saranno quindi centrali nel combattimento di Kena: Bridge of Spirits, e più grande è la tua squadra, più potenti attacchi sarai in grado di scatenare, aprendo la strada a potenziamenti e progressione.

“Kena può infondere qualsiasi sua abilità con i Rot per sconfiggere i nemici in modi unici”, hanno detto i due sviluppatori. “Il Rot può attaccare in orda i nemici, creare proiettili perforanti e persino formare una nuvola mutaforma per colpire i nemici. Trovare e far crescere una squadra più grande di Rot permette attacchi più potenti e sblocca ulteriori aggiornamenti. Lavorando con il Rot, i giocatori scopriranno i punti deboli dei nemici. Inoltre, la guarigione in combattimento è legata all’uso del Rot. I giocatori dovranno trovare un equilibrio tra sferrare un colpo forte o cogliere l’opportunità di guarire”.

Kena: Bridge of Spirits uscirà per PS5, PS4 e PC il 24 agosto. Avete visto il nuovo trailer?