In una risposta durante l’annuale riunione con gli azionisti, Capcom ha rivelato che quattro quinti dei suoi giochi venduti sul mercato sono in digitale, e il publisher pensa che ci sia ancora la possibilità di far crescere questo numero.

La compagnia ha infatti confermato che la quantità di giochi titoli in digitale ammonta all’80%, e ci sarebbe anche l’intenzione di farlo salire al 90%, sempre se possibile.

“Nonostante alla fin fine dipenda da come si comportano i nostri consumatori con il passare del tempo, per ora promuoviamo la nostra strategia digitale con un obiettivo del 90%, siccome c’è ancora qualcuno che preferisce avere i dischi,” ha detto Capcom. “Miriamo a continuare di espandere la nostra performance nel business massimizzando i benefici delle vendite digitali, che include anche essere in grado di distribuire i nostri contenuti per periodi di tempo più lunghi e in tutto il mondo.”

Si tratta di un aumento di quasi 20 punti, visto che lo scorso anno la distribuzione digitale di Capcom ammontava solo al 53.3% delle vendite totali. E nonostante la compagnia prevedesse l’aumento nel 2020, la previsione era pari al 75.4%, numero decisamente superato.

L’espansione di Monster Hunter World, Iceborne, venne citata lo scorso anno come uno dei fattori principali che avrebbero portato a questo enorme salto, ma Capcom non pensava che il 2020 sarebbe stata un’anomalia: anche prima l’azienda pensava che, a lungo termine, le vendite digitali dei suoi giochi avrebbero ammontato all’80-90%.

Fonte: Capcom | Via: GamesIndustry