In un weekend piuttosto tranquillo, in rete sono apparsi dei filmati che mostrano un emulatore della PS1 funzionare su PlayStation 4 modificate, e a quanto pare non è un classico lavoro di modders, bensì qualcosa di “ufficiale”.

Qualcuno, infatti, ha trafugato nei file della remastered di MediEvil, rilasciata nel 2019, per scoprire che all’interno del gioco si trova un emulatore “nativo” della prima PlayStation che viene utilizzato per far girare diversi titoli PlayStation originali ad una risoluzione massima di 4K. Utilizzabile solamente su console modificate, l’emulatore è stato scoperto dopo la pubblicazione di un nuovo exploit per il firmware che ha dato accesso ai curiosi alla possibilità di “dumpare” MediEvil.

Con questa scoperta, si è venuto a sapere che la versione sbloccabile di MediEvil per la PSX inclusa nella remastered del gioco, gira proprio con questo emulatore. Al momento i fan hanno provato a giocare ad altri titoli come Silent Hill, Wipeout 3 e Spyro the Dragon, ma non tutti funzionano correttamente.

Una delle principali ipotesi è quella che i giochi classici disponibili ed acquistabili sul PlayStation Store girino proprio grazie a questo emulatore, probabilmente incluso tra i loro file.

Nonostante non sia qualcosa di sensazionale, si tratta di una piccola curiosità che forse ha risposto alle domande di molti.

Fonte: VGC