L’AFK è un problema che affligge League of Legends, così come qualsiasi altro gioco multiplayer su questo pianeta, da tempo immemore. Sebbene ci siano penalità per coloro che ne abusano, Riot Games vuole fare ancora di più per assicurare a tutti di avere un team affidabile ed attivo.

In un post sul blog del gioco, BarackProbama e TimTamMonster, responsabili del design e della produzione nel team dei sistemi comportamentali di LoL, hanno fornito proprio un aggiornamento sulle penalità dell’AFK e di quando si abbandona la partita. Riot Games sta lavorando su tre principali aspetti per la questione.

Il primo riguarda i ritardi nella coda, che a quanto pare “funzionano bene per la maggior parte delle persone, ma il 9% circa dei giocatori continua ad andare AFK”. Per questa ragione, Riot Games implementerà i blocchi della coda, ossia ritardi potenziati. “Quando un giocatore subisce un blocco della coda vedrà apparire un messaggio pop-up che illustra la penalità e non potrà partecipare a partite nelle code MOBA,” dicono i due sviluppatori. “Quando il blocco della coda termina, viene sostituito dal ritardo nella coda di livello più alto, in modo da poter comunque cercare di modificare il comportamento senza escludere totalmente il giocatore per tutta la durata del provvedimento. I blocchi della coda si applicano a tutte le code MOBA.”

league-of-legends-samira-img01

Il secondo aspetto che Riot Games controllerà è come funzioneranno questi blocchi della coda. “Uno dei problemi del sistema vigente era che, dopo aver raggiunto un livello di penalità elevato, per un giocatore era molto difficile ridurlo anche tenendo un comportamento corretto costante. Abbiamo optato per un modello più sofisticato, che tiene conto di più fattori e che riuscirà a ridurre il livello di penalità dei giocatori riformati in modo più efficace rispetto al precedente. Ciononostante, l’AFK sistematico verrà comunque rilevato e i responsabili puniti adeguatamente,” spiega Riot.

“Sono state queste modifiche a permettere la creazione dei blocchi della coda, poiché ci comunicano con maggior certezza che la permanenza di un giocatore a un livello di penalità elevato è effettivamente volontaria e non provocata da cause esterne, come ad esempio problemi di connessione intermittente (fattore particolarmente comune in alcune regioni).”

Infine, il team ha fornito uno sguardo al futuro sui prossimi interventi. Riot sta lavorando con altri team sulle meccaniche di gioco per sradicare le cause di alcuni annosi problemi come:

  • Impossibilità di rimontare
  • Impossibilità di sopperire ad altri comportamenti negativi in partita
  • Problemi di connessione

Cosa ne pensate?