Ai microfoni di Inverse Kazuki Hosokawa, producer del gioco, ha rivelato alcuni nuovi dettagli su Lost Judgment, sequel del titolo spin-off di Yakuza del 2018.

Sin da subito Inverse ha voluto chiedere dell’impatto che ha avuto la decisione di rilasciare contemporaneamente in tutto il mondo Lost Judgment su tutto il team di RGG Studio. Hosokawa ha spiegato che la decisione “ha triplicato i problemi per l’intero staff di sviluppo”.

“Fino ad ora ci siamo concentrati sul mercato giapponese e abbiamo creato i prodotti avendo già in mente come li avremmo promossi. Tuttavia, per Lost Judgment, sapevamo fin dall’inizio che volevamo un rilascio globale simultaneo, quindi abbiamo dovuto pensare a cosa sarebbe stato appropriato per il prodotto e come trasmettere il fascino del prodotto in ogni regione,” ha detto il producer.

lost_judgment_image_cast01_01-251022609550322bcae7.62434360

Quando gli è stato chiesto che cosa ha desiderato migliorare RGG Studio con questo titolo, il producer ha detto “che lo studio sta lavorando per rilasciare una storia che sia altrettanto buona o addirittura migliore dell’ultimo gioco”.

“L’aspetto che avevamo bisogno di perfezionare sono gli elementi di azione investigativa. È qui che abbiamo ricevuto il maggior numero di commenti, quindi ci stiamo assicurando di affrontarli adeguatamente mentre procediamo con lo sviluppo. Dal momento che Judgment è stato il primo capitolo della serie, ci siamo davvero concentrati sulla costruzione degli elementi fondamentali del gioco. Ora che siamo su un sequel, abbiamo imparato dal titolo precedente. Una delle cose più grandi che sono cambiate dall’ultimo gioco è che i giocatori saranno in grado di vedere molti più lati di Yagami rispetto a prima,” ha affermato Hosokawa.

Per mantenere fresca la formula del concetto di gioco d’azione che esiste dal primo Yakuza, RGG Studio “si dedica a trovare modi per creare nuovi elementi. Questo a sua volta porta a cambiare altri aspetti del gioco o a creare nuovi modi di giocare”.

lost_judgment_image_cast01_02-25102260955032a3da51.99935866

Nel corso dell’intervista Hosokawa ha discusso delle nuove abilità di Yagami, il protagonista, come il wall-running e l’arrampicata. A quanto pare non sarà possibile sfruttare queste meccaniche tutto il tempo, ma solo nelle istanze investigative. “Ci saranno situazioni in cui si presenterà l’opportunità di usare le meccaniche atletiche (come scalare muri e corde), quindi non sarà possibile scalare tutti gli edifici di Kamurocho e Ijincho,” ha detto.

E proprio come in Judgment, anche in Lost Judgment non ci sarà alcun crossover con personaggi di Yakuza, ed Hosokawa ha spiegato il perché.

“Il nostro ragionamento è che, sebbene le serie di Yakuza e Judgment condividano un mondo, rimangono due IP distinte, così come i temi presentati in ciascuna. Ogni serie richiede personaggi che svolgano ruoli distinti, quindi sarebbe difficile far apparire i personaggi della serie Yakuza nella serie Judgment in questo momento,” ha continuato.

lost_judgment_image_cast04_01-25102260955035065cb4.32483052

Infine ad Hosokawa è stato domandato come fa RGG Studio a bilanciare il tono divertente delle missioni secondarie con quello più serio della storia principale. Il producer ha spiegato che ogni volta “si concentra sul tema e sull’atmosfera della storia per assicurarsi che sia ben strutturata”, e che, per questo motivo, gli altri contenuti secondari potrebbero essere un po’ stravaganti e far mostrare ai personaggi un po’ più di varietà.

“D’altra parte, se il protagonista ha una vasta gamma di personalità nella storia principale, non importa quanto siano giocose le missioni secondarie: il contrasto tra quelle e la storia principale non sarà sufficiente a valorizzarlo. Se riusciamo a creare una forte immagine del personaggio nel contenuto principale del gioco e della storia, allora possiamo tranquillamente giocare quanto vogliamo nel contenuto secondario. Anche se si può andare un po’ fuori strada, lavoriamo con la filosofia che finché il contenuto è piacevole, è accettabile,” ha concluso.

Lost Judgment uscirà su PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X/S il 24 settembre.