L’esplorazione è una delle basi di ogni gioco di Metroid che si rispetti, e per questo motivo la mappa è uno dei migliori strumenti a nostra disposizione per capire dove andare, cosa ci siamo persi e dove siamo.

Nel terzo volume “Rapporto su Metroid Dread“, Nintendo ha rivelato alcuni dei miglioramenti che saranno applicati alla mappa del nuovo gioco per Nintendo Switch, che ricordiamo essere strettamente collegato a Metroid Fusion.  “La mappa di Metroid Dread non è la semplice mappa a celle delle puntate precedenti della serie. È infatti molto più evoluta e dettagliata (ad esempio vengono indicati i tipi di terreno). Saper leggere le mappe e un buon senso dell’orientamento vi faranno molto comodo,” dice Nintendo nel post in questione.

Cosa possiamo aspettarci in termini di miglioramenti della mappa? Come prima cosa, in Metroid Dread ci sarà data la possibilità di evidenziare le icone, utile per scoprire quali zone si possono esplorare dopo aver ottenuto una nuova abilità. Non mancheranno però segnalini, lo zoom e, infine, indicatori di oggetti nascosti: le aree lampeggianti sulla mappa indicheranno dove si trovano degli oggetti nascosti.

Metroid Dread uscirà su Nintendo Switch l’8 ottobre.