In una recente discussione con la stampa specializzata (via IGN), Microsoft ha parlato dei suoi piani per il post-acquisizione di Activision Blizzard, e in particolare di che cosa dobbiamo aspettarci per quanto riguarda le esclusive e il Game Pass.

Partendo proprio dai giochi esclusivi, Matt Booty, capo di Xbox Game Studios, ha rassicurato che i titoli con una grande community su diverse piattaforme non saranno giocabili solamente su Xbox. Un esempio è Call of Duty, che almeno per il prossimo futuro rimarrà un titolo multipiattaforma.

“Se acquisiamo un gioco che ha una grande community su diverse piattaforme, l’ultima cosa che vogliamo fare è togliere qualcosa a qualcuno,” ha detto Booty. “Semmai, riteniamo che il nostro compito sia quello di essere custodi, pastori, per continuare a costruire e nutrire quella community, non di tagliarla a pezzi e cercare di portarne via un po'”.

Xbox Game Pass Thumb 2

Tina Summerford, GM degli eventi di Xbox, ha affermato che alcuni giochi saranno però delle esclusive. Non è chiaro quali, ma molto probabilmente titoli inediti e non già disponibili sul mercato.

Parlando invece del Game Pass, Sarah Bond, VP di Xbox, ha detto: “Vogliamo inserire il maggior numero possibile di titoli di Activision Blizzard in Game Pass quando si uniranno a noi”.

Abbiamo già visto qualcosa di simile a seguito dell’acquisizione di Bethesda, pertanto non sorprenderebbe vedere presto grandi giochi del catalogo di Activision Blizzard su Xbox Game Pass.