Notizia originale: Lo sviluppatore di Destiny 2, Bungie, porterà il titolo di successo e molte delle sue espansioni su Xbox Game Pass nei prossimi mesi, ma si dice anche che, secondo delle voci di corridoio mai confermate, Microsoft vorrebbe acquisire la compagnia per renderlo uno studio first-party,

Parlando nell’ultimo podcast di GamesBeat Decides, l’ex editor di Game Informer Imran Khan e il giornalista di VentureBeat Jeff Grubb hanno evidenziato proprio questo rumor, suggerendo però che delle trattative si sarebbero effettivamente fatte ma sarebbero fallite miseramente.

“Ho sentito che [i colloqui] sono falliti più volte, e in questo momento il prezzo è troppo alto e quei colloqui si sono bloccati. Questo è quello che ho sentito,” ha detto Grubb.

Bungie si separò originariamente da Microsoft nel 2007 prima di firmare un contratto di 10 anni con Activision nel 2010, recentemente descritto dall’ex compositore di Halo e Destiny Marty O’Donnell come “non un matrimonio in paradiso”.

Quell’accordo è scaduto, con le due società che si sono separate nel gennaio dello scorso anno. Destiny 2 è ora completamente auto-pubblicato da Bungie, con piani pluriennali per il gioco in cantiere.

Aggiornamento 19:43: Con un tweet in risposta a Nibellion, il CEO di Bungie ha smentito queste voci di corridoio, affermando che sono “false”.