Nel 1999, prima del lancio della prima Xbox, Microsoft aveva avuto l’idea di acquisire Nintendo. Come abbiamo saputo all’inizio dell’anno i tentativi di acquisizione non sono andati a buon fine, ed ora, 22 anni dopo, la casa di Redmond ha deciso di farci scoprire qualcosa di più sulle trattative.

Come parte del museo per il 20esimo anniversario di Xbox, Microsoft ha pubblicato una parte della lettera inviata a Nintendo al tempo. Il documento venne scritto dall’allora capo hardware di Xbox, Rick Thompson, all’ex capo di Nintendo of America, Jacqualee Story, e rivela i tentativi di Microsoft di incontrare Hiroshi Yamauchi, allora capo dell’azienda in Giappone, e Genyo Takeda, capo hardware di Nintendo.

“Caro Jacqualee, apprezzo che tu abbia dedicato del tempo per cercare di convocare un incontro con il signor Takeda e il signor Yamauchi per discutere di una possibile partnership strategica tra Nintendo e Microsoft sulle future piattaforme”, inizia la lettera. “Capisco le preoccupazioni del signor Takeda sulla possibile partnership e cercherò di [oscurato] le linee guida che ha richiesto”.

Il resto della lettera è per lo più oscurato, ma si può notare che Microsoft menziona lo sviluppo del suo “progetto Xbox”, affermando che “aiuterebbe a rendere Dolphin la migliore console”. Dolphin era il nome in codice di Nintendo del GameCube.

Microsoft ha celebrato il 20esimo anniversario di Xbox la scorsa settimana con il lancio del multiplayer di Halo Infinite, l’annuncio di una serie documentario sulle origini di Xbox, un teaser trailer della serie TV di Halo di Paramount+ e l’aggiunta di 70 giochi al programma di retrocompatibilità.