Scott Hawkins, capo del team delle relazioni con gli sviluppatori di Nintendo of America, ha tenuto un discorso durante l’evento BIG Digital 2020. La sua presentazione era principalmente rivolta agli studi potenzialmente interessati a portare i loro giochi su Nintendo Switch, ma ha anche condiviso un interessante aneddoto riguardante il porting del picchiaduro Mortal Kombat 11.

Mentre Mortal Kombat 11 per Nintendo Switch era all’inizio dello sviluppo, Hawkins aveva avuto un incontro con il team ed aveva discusso con uno dei dirigenti di Warner Bros., anche se non sappiamo precisamente chi. Stando a quanto riportato da Hawkins, questa persona era molto preoccupata di portare un titolo come Mortal Kombat 11 su Nintendo Switch, e che non sarebbe stato “Nintendo-friendly”. Mortal Kombat 11 è stato in definitiva “un grande successo” su Switch, quindi Hawkins ha utilizzato questa storia per dimostrare che è possibile trovare “un pubblico per molti tipi di contenuti diversi sulla piattaforma”.

“Era preoccupato perché è un titolo per adulti che non sarebbe adatto per Nintendo. Ma chiaramente dopo aver visto il valore delle vendite del primo mese e aver visto che è il gioco numero uno sulla piattaforma, mostra che sì, c’è un pubblico,” spiega Hawkins.

Cosa ne pensate di questo aneddoto? Mortal Kombat 11 è ora disponibile per PlayStation 4, Xbox One, Switch, PC tramite Steam e Stadia. Avete visto il gameplay trailer del prossimo personaggio DLC?