Secondo un nuovo report di Bloomberg, Netflix starebbe continuando a lavorare per iniziare ad offrire videogiochi sulla sua piattaforma di streaming. E per fare ciò ha assunto Mike Verdu, ex dirigente di Electronic Arts e Facebook.

Verdu entrerà a far parte di Netflix come “vice presidente dello sviluppo di giochi”. Presso Facebook si occupava di lavorare con gli sviluppatori per portare giochi ed altri contenuti sugli headset Oculus. Stando ad una persona familiare con la questione, Netflix avrebbe intenzione di offrire videogiochi entro il prossimo anno. I titoli appariranno come un nuovo genere di contenuti, in modo simile alla suddivisione dei documentari. La compagnia non avrebbe intenzione di far pagare di più l’accesso ai videogiochi sul suo catalogo.

Netflix costruirà il suo team per i videogiochi nei prossimi mesi, secondo altre voci di corridoio. Per Bloomberg la mossa potrebbe rendere più facile per Netflix giustificare gli aumenti di prezzo nei prossimi anni. I giochi sul servizio avrebbero anche lo scopo di aiutare il mercato degli show esistenti.

A maggio vi avevamo riportato un rumor che rivelava che Netflix era alla ricerca di un dirigente per la sua divisione videogiochi. Ora che, molto probabilmente, è stato trovato, sembra che l’espansione nei videogiochi di Netflix sia realtà.