Andy Jassy, il CEO di Amazon, pensa che i videogiochi diventeranno molto importanti per il suo business a tal punto da superare il successo dei contenuti musicali e video.

All’evento GeekWire Summit, come riportato da Bloomberg, Jassy ha discusso di diversi aspetti della compagnia, tra cui i suoi continui sforzi per entrare nei videogiochi. A detta di Bloomberg, Jassy ha riconosciuto lo scetticismo attorno al business del gaming di Amazon, offrendo l’enorme lancio di New World come prova che la compagnia ce l’ha fatta.

“Sono stati scritti un sacco di articoli con persone che dicevano cose come ‘Amazon sa come costruire tutto tranne i giochi, perché non riescono a creare giochi?,” ha detto Jassy. “Ce ne vuole un po’ prima di trovare un successo, o diversi, ma non hanno perso la loro determinazione”.

Hartmann ha detto che Amazon ha imparato molto dai fallimenti di Crucible e Breakaway, progetti entrambi scartati. Secondo lui, Amazon ora “pubblicherà un gioco solo quando sarà pronto”. Amazon ha iniziato a guardare ai videogiochi nel 2012, quando ha formato la sua divisione dedicata. Questo significa che ci sono voluti quasi 10 anni prima di vedere un gioco sopravvissuto al lancio, in questo caso New World.