Doug Bowser, presidente di Nintendo of America, ha recentemente rilasciato un’intervista alla testata The Verge in cui ha discusso di vari argomenti del mondo della compagnia giapponese, tra cui le ottime vendite di Switch Lite, il futuro del Nintendo 3DS, la situazione del Joy-Con Drift e le possibili nuove mini console in stile NES Mini e SNES Mini.

All’annuncio di qualche mese fa, non erano in pochi ad ipotizzare che la Nintendo Switch Lite potesse avere un cattivo impatto sulla finanza della casa di Kyoto, ma come sappiamo dai recenti resoconti finanziari non è stato così. “Le vendite di Nintendo Switch Lite hanno aiutato molto il business generale di Switch,” ha detto Bowser. Nel report di qualche giorno fa era stato dimostrato che il 43% dei possessori di Switch Lite avevano già una Switch in casa, ma Bowser vede il tutto da una diversa prospettiva. “Il 57% dei consumatori sono nuovi a questa famiglia, e per noi è ugualmente importante siccome continuiamo ad espandere l’audience.” Switch Lite è stato un flop? Sembra proprio di no.

Di recente, una frase affermata dall’ex senior editor di Game Informer aveva fatto ipotizzare che Nintendo avesse avuto intenzione di uccidere definitivamente il supporto al 3DS cancellando nuovi progetti, come un remake di Fire Emblem. Sembra, però, che la console portatile continuerà ad essere venduta anche nel 2020. “Continuiamo a guardare alla famiglia 3DS, sia lato hardware che di giochi, come un grande punto d’inizio per alcuni consumatori,” ha dichiarato il capo di NOA. “E lo stiamo vedendo. Fino a che avremo richieste, continueremo a fornire sia hardware che titoli. Il 3DS non è morto ora, a stabilirlo sarà il tempo. Continueremo a supportare il 3DS anche per queste feste e per il 2020.”

Un problema di cui ha sofferto molto la Nintendo Switch è stato il Joy-Con Drift, e nonostante le offerte di aiuto sembra che questa piaga sia presente anche sulla Switch Lite. Doug Bowser ha affermato che l’obiettivo di Nintendo è quello di offire sempre prodotti di qualità, e che nel caso qualcosa non andasse nel verso giusto tutti possono contattare il servizio clienti per ottenere il miglior aiuto possibile. A quanto pare, la compagnia nei mesi scorsi ha sorretto così il problema del Joy-Con Drift.

Nintendo ha prodotto le note mini-console NES e SNES Mini, ma stando alle parole di Bowser non ne vedremo di nuove per lungo tempo. “Il nostro obiettivo attuale è quello di concentrarci su piattaforme dedicate come Switch Lite e Switch,” ha spiegato. “Penso che le esperienze di gameplay viste nelle console classiche lanciate qualche anno fa siano disponibili sul Nintendo Switch Online, ed è qui che lavoreremo in futuro.” Di recente, infatti, Nintendo ha reso disponibili sul suo servizio ad abbonamento alcuni titoli per SNES.

Fonte: The Verge