Come riportato da VGC, che cita un report di Nikkei, Nintendo avrebbe intenzione di aumentare la produzione di Nintendo Switch per “provare a capitalizzare la domanda per il sistema ibrido a causa della pandemia di COVID-19”.

Secondo il report, Nintendo aumenterà la produzione di Nintendo Switch a circa 30 milioni di unità quest’anno fiscale. Quella di Nintendo è una mossa piuttosto notevole, poiché aumentare così tanto la produzione di una console al suo quinto anno di vita è molto raro. Stando a persone “con una conoscenza diretta della questione”, Nintendo avrebbe contattato più fornitori di componenti per accelerare e ampliare la produzione della piattaforma ibrida.

Nikkei afferma inoltre che Nintendo dovrebbe rilasciare un “nuovo modello di Switch” che è in grado di far girare titoli con una grafica migliore. Non è la prima volta che sentiamo un’affermazione simile, con più report che hanno confermato l’esistenza di Switch Pro in passato.

“Diverse aziende hanno ammesso che stanno considerando di espandere la produzione. Ci si aspetta anche che la compagnia aggiunga [al catalogo] un modello di fascia più alta con una qualità dell’immagine più elevata, e questo sarà il primo modello aggiuntivo di Switch dopo la Nintendo Switch Lite,” scrive Nikkei.

Un portavoce di Nintendo ha risposto a queste voci di corridoio, dicendo quello che ci si potrebbe aspettare: “Non c’è nulla che possiamo dirvi sui numeri di produzione e sui modelli di fascia più alta”.

Per il momento è difficile confermare questi rumor, anche se provenienti da fonti affidabili. Per saperne di più sui piani di Nintendo dovremo attendere i prossimi mesi, quando dovrebbe avvenire un annuncio della Switch Pro. Sempre se si farà, ovviamente.