Death Stranding arriverà questo venerdì su PS4 e nel corso dell’estate 2020 su PC: come sappiamo, nella storia ci troveremo nei panni di Sam Bridges, interpretato dall’attore Norman Reedus, noto anche per la sua apparizione nella serie TV The Walking Dead.

In una recente intervista rilasciata a The Hollywood Reporter, Reedus è felice che il progetto di far rinascere Silent Hills con la demo P.T. sia morto in partenza per poi essere sostituito da Death Stranding. “Mi dissero che Silent Hills era stato cancellato, e rimasi molto deluso, ma quando Hideo mi parlò del suo nuovo progetto me ne dimenticai completamente,” ha detto. “Ero felice del fatto che non abbia funzionato, perchè questo è molto meglio.”

Reedus apparì nel teaser di Silent Hills presente alla fine della demo di P.T, ma nonostante tutto ha deciso di seguire Kojima nella sua nuova avventura. “Mi piace il fatto che Silent Hills non sia rinato, ad essere onesti, perchè ho avuto la possibilità di vedere come lavora Hideo e come pensa, e sono rimasto completamente stupito,” ha aggiunto.

Recentemente, Kojima Productions ha pubblicato il trailer di lancio di Death Stranding, in arrivo l’8 novembre su PS4.

Fonte: PCGamesN