In un comunicato rilasciato ad Engadget, Nvidia ha confermato un parziale furto di dati dopo aver subito la scorsa settimana un importante attacco informatico.

“Siamo consapevoli che il malintenzionato ha preso le credenziali dei dipendenti e alcune informazioni proprietarie di NVIDIA dai nostri sistemi e ha iniziato a diffonderle online,” ha dichiarato un portavoce dell’azienda.

Che cosa sia stato rubato dai sistemi di Nvidia non è chiaro, ma il gruppo LAPSUS$ si dice responsabile dell’attacco. In un canale Telegram, LAPSUS$ ha detto di aver ottenuto 1TB di dati, tra cui schemi delle schede video e codici sorgente dei driver. I dati rubati, o almeno una parte, sarebbero ora in circolazione per la rete. Dopo aver saputo dell’attacco lo scorso 23 febbraio, Nvidia ha detto di aver informato le forze dell’ordine e di star lavorando con degli esperti di cybersicurezza per prendere misure adeguate.

Secondo alcuni report, tra i dati rubati nell’attacco ci sarebbe il codice del DLSS. TechPowerUp dice di aver ricevuto da una fonte anonima un’immagine che mostra diversi file che comporrebbero il sorgente della tecnologia di upsampling. “I nostri informatori che hanno inviato questo screenshot stanno esaminando il codice per vedere il funzionamento interno del DLSS,” dice il report.