All’inizio di febbraio dal servizio di streaming GeForce Now, di proprietà di Nvidia, erano stati rimossi tutti i titoli di Activision Blizzard. Con il passare dei giorni si è scoperto che si è trattato di un semplice malinteso da parte della compagnia produttrice di schede video, ma ora anche i giochi di un altro publisher non sono più presenti sulla piattaforma.

Nvidia ha annunciato sui suoi forum che da ora tutti i titoli di Bethesda Softworks, ad eccezione, per qualche motivo, di Wolfenstein: Youngblood, non sono più disponibili per l’uso su GeForce Now, ed è dunque qui che sorge l’ipotesi di un’altra incomprensione.

“Vi avvisiamo che da oggi la maggior parte dei giochi di Bethesda Softworks saranno rimossi dal servizio. Wolfenstein Youngblood rimarrà per tutti gli iscritti,” recita il comunicato ufficiale di Nvidia.

La compagnia ha rifiutato di commentare sulla faccenda, e Bethesda non ha ancora fornito una dichiarazione in seguito alle domande della redazione di PC Gamer. Quello che rimane ancora meno chiaro è il perchè Wolfenstein: Youngblood sia ancora giocabile.

Nvidia ha recentemente rivelato che più di un milione di utenti si sono iscritti a GeForce Now, e che ben 1500 giochi arriveranno in futuro. La rimozione a sorpresa di cataloghi di publisher come Activision e Bethesda, però, non sono sicuramente avvenimenti che incoraggiano la registrazione al servizio.

Nvidia GeForce è disponibile su PC, MacOS, Nvidia Shield e Android.

Fonte: PC Gamer