In occasione della premiazione dei BAFTA Game Awards 2020, la British Academy Film Awards ha insignito del premio Fellowship il game designer Hideo Kojima, il cui suo ultimo lavoro è, come tutti ormai sappiamo, Death Stranding.

Sappiamo anche, però, che prima del primo gioco rilasciato dal suo studio Kojima Productions lo sviluppatore giapponese si trovava a lavorare su P.T., una breve demo che, secondo alcuni, sarebbe stata un vero e proprio reboot della serie di Silent Hill se non ci fossero stati dei problemi con Konami. In un’intervista rilasciata all’Accademia Inglese, Kojima ha dichiarato che P.T. era solo un esperimento, ed ha affermato di avere idee per un prossimo gioco horror.

“P.T. alla fine si è rivelato essere solo un esperimento, ma mi piacerebbe realizzare un altro titolo horror qualche giorno,” ha detto. “Qualcosa che usi un metodo rivoluzionario per creare terrore, che non ti faccia spaventare così tanto da farti pi****re nei pantaloni, ma proprio da farti c***re addosso. Ho già delle idee in mente.”

Con questa frase ricca di un particolare linguaggio, Kojima afferma di voler portare alla luce non un semplice gioco horror, bensì qualcosa di nuovo ed innovativo che riesca a creare un’atmosfera horror in grado di spaventarti fino alla morte.

Nel caso vi foste imbattuti tra le nostre pagine e aveste trovato una notizia legata ad un revival di Silent Hills con Kojima, sappiate che era tutto un pesce d’aprile.

Fonte: BAFTA