Path of Exile è rimasto un gioco molto popolare sin dal suo debutto nel 2013. Mentre il gioco attualmente disponibile riceve ancora degli aggiornamenti regolari, gli sviluppatori hanno anche in programma un sequel, annunciato nel 2019. Il 2020 è stato un anno difficile, e anche Grinding Gear Games ha dovuto adattarsi ai cambiamenti dei piani.

In una discussione con GameSpot dopo l’annuncio della nuova espansione, il managing director di Path of Exile, Chris Wilson, ha fornito un aggiornamento su Path of Exile 2. Il sequel viene definito come il salto in avanti di Path of Exile come action RPG, con una nuova storia, un nuovo mondo da esplorare e classi da livellare. Mentre lo sviluppo è ancora in corso, Wilson ha parlato di come la pandemia ha influenzato i progressi dello sviluppo, e potrebbe volerci un po’ di più prima di avere tra le mani il gioco.

“[Lo sviluppo] è stato un po’ più lento di quanto avrei voluto, è stata la più grande vittima del COVID, e odio incolpare il COVID perché sembra che lo stiano facendo tutti, ma ha davvero avuto un impatto su di noi,” ha detto Wilson. “Ciò è principalmente dovuto al fatto che siamo ancora impegnati a far uscire le nostre espansioni, non consentiremo ai problemi di influenzare la nostra attuale manutenzione del gioco, quindi questo significa che abbiamo dovuto riportare gli sviluppatori da PoE2 dell’anno scorso a questo gioco.”

“È andato tutto bene, e c’è molto lavoro lì, ma questo significa che il lavoro del sequel svolto dietro le quinte è stato un po’ problematico. Inoltre, la chiusura dei confini della Nuova Zelanda non aiuta, non possiamo assumere altri sviluppatori dall’estero. Ma per farla breve, le cose sono state lente”.

Path of Exile è disponibile su PC, PS4 e Xbox One.

Fonte: GameSpot