Dopo l’annuncio ufficiale di Project Scarlett all’E3 2019, Phil Spencer ha rilasciato un’intervista alla testata giornalistica GameSpot per parlare dei punti focali della console di prossima generazione, tra cui il frame rate e la giocabilità.

“Penso che le cose principali su cui vogliamo concentrarci per la prossima generazione sono il frame rate e la giocabilità dei titoli”, ha detto Spencer. “Vogliamo essere sicuri che i giochi carichino molto velocemente e vogliamo anche che essi possano girare al frame rate più alto possibile. Siamo anche la compagnia di Windows, perciò vediamo il lavoro che gli sviluppatori stanno facendo per il PC. Le persone amano i giochi a 60 frame al secondo, perciò riuscire a raggiungere i 60 FPS con il 4K sarebbe un ottimo obiettivo per noi.”

Microsoft, però, vuole anche essere sicura che i giocatori possano continuare ad avere accesso ai vecchi giochi con la nuova generazione. Spencer ha assicurato che la retrocompatibilità dell’Xbox One continuerà ad essere presente anche su Xbox Scarlett, permettendoci così di giocare anche ai titoli dell’Xbox One, e che anche i controller esistenti saranno compatibili.

“Vogliamo rispettare i giochi che avete comprato da noi. Vogliamo essere sicuri che le generazioni possano giocare ognuna con l’altra, perciò se uno sceglie di adottare prima la prossima generazione, ma qualcuno sta indietro e i titoli sono disponibili su tutte e due le piattaforme, potrai giocare in cross-gen.”

“Un’altra cosa un po’ nuova per noi,” ha aggiunto Spencer, “è che vogliamo rispettare anche la compatibilità dei controller che già possiedi. Questa generazione, abbiamo proposto l’Elite controller, abbiamo lavorato sui controller e le persone hanno investito nei controller personalizzati, le cose che loro amano e che noi vogliamo rendere compatibili anche con la futura generazione di console. Ciò vuol dire che le cose che avete comprato da noi, giochi o controller che siano, saranno compatibili anche con le generazioni future.

 

Fonte: Gamespot

Condividi
  • 2
    Shares