Come scoperto da VGC, un nuovo brevetto PlayStation svela che Sony ha avuto l’idea di creare un sistema che permette ai giocatori di chiamare in loro aiuto utenti più esperti per aiutarli nelle partite di gioco, con suggerimenti e consigli in tempo reale.

Come riportato dal brevetto, per aiutare gli altri i giocatori devono qualificarsi come “esperti” per determinati titoli e generi videoludici, e registrarsi con la promessa di ottenere in cambio contenuti in-game, oggetti esclusivi e missioni, o trofei extra. Questi esperti sono poi in grado di segnarsi come “disponibili” per essere chiamati da qualcuno che ha bisogno.

Stando al brevetto, gli altri giocatori possono successivamente chiedere aiuto dalla loro console o app mobile PlayStation, con la richiesta inviata agli esperti che sono disponibili in quel momento. Sony descrive il processo di abbinamento dei giocatori come “chiamare un Uber“.

Gli esperti, a seguito della chiamata, ottengono informazioni sulla sessione del giocatore, come build, dettagli delle missioni, livelli, dettagli sull’equipaggiamento e altro. I consigli degli esperti possono essere forniti sotto forma di testo, voce o video, ma quest’ultimi potranno anche incorporare pagine dal web, dal dispositivo mobile o dalla propria console. I giocatori sarebbero anche in grado di segnalare uno spoiler, che avvisa gli esperti di non informarli delle imminenti sequenze di gioco.

Prima di saltare a qualsiasi conclusione, questo brevetto potrebbe non concretizzarsi mai, ma rappresenta un’idea decisamente interessante.