GamingTalker è alla ricerca di collaboratori per le notizie, per saperne di più visita questa pagina!

Alla fine di febbraio erano iniziate a circolare delle voci riguardanti un arrivo su PC del servizio di streaming Project xCloud di proprietà di Microsoft.

A confermare tutto questo è stato The Verge, che ha rivelato che delle prove sono attualmente iniziate per tutti i membri dello staff della casa di Redmond. Stando a quanto riportato, per accedere a Project xCloud su Windows 10 sarà necessario scaricare un’applicazione che sarà disponibile sul Windows Store, simile a quanto già avviene con la versione per iOS e Android. L’app per PC supporterà anche lo streaming di un gioco da una console Xbox One locale o remota, invece di usare solo i server di Microsoft.

I tre requisiti per poter utilizzare Project xCloud su PC, al momento, sono un controller Xbox One bluetooth, un account Microsoft e una buona connessione ad internet, quest’ultimo essenziale per potersi godere al meglio l’esperienza dello streaming. I test in corso presso la compagnia limitano la risoluzione a 720p, ma il 1080p è “dietro l’angolo”, ha rivelato una nota del supporto di Microsoft.

L’esperienza è molto simile a quella che possono già provare con mano alcuni utenti su Android e iOS, e sembra che sia ormai quasi tutto pronto per poter estendere il supporto al PC a dei tester Xbox esterni molto presto.

Project xCloud arriverà in tutto il mondo nel 2020.

Fonte: The Verge