Notizia originale – 11:18 @ 15/09/2020: Secondo un nuovo report di Bloomberg, che cita persone familiari con la situazione, Sony Interactive Entertainment avrebbe tagliato il volume di produzione stimato di PlayStation 5 per l’anno fiscale che terminerà a marzo 2021 di quattro milioni di unità, fino a circa 11 milioni.

Questo taglio sarebbe stato causato da una resa di produzione instabile del system-on-chip (SoC) progettato su misura della console. Il colosso dell’elettronica con sede a Tokyo a luglio ha incrementato gli ordini con i fornitori in previsione di una maggiore domanda di giochi durante le festività natalizie e oltre, poiché le persone trascorrono più tempo a casa a causa del coronavirus. L’azienda si sarebbe però scontrata con problemi di produzione, come rendimenti di produzione inferiori fino al 50% per il suo SOC, che hanno ridotto la sua capacità di produrre tutte le console che desidera.

PlayStation 5 uscirà alla fine del 2020. Sony Interactive Entertainment prevede di organizzare un evento “PlayStation 5 Showcase” il 16 settembre, in cui è previsto l’annuncio della data di uscita e del prezzo della console, che oramai sembra già essere girato per tutta la rete. Secondo l’analista di Bloomberg Intelligence Masahiro Wakasugi, la versione Standard di PlayStation 5 potrebbe avere un prezzo minimo di 449 euro, mentre l’edizione digitale potrebbe avere un prezzo minimo di 399 euro.

Aggiornamento 20:46: Sony, in un comunicato rilasciato a GamesIndustry, ha negato queste voci di corridoio. “Anche se non rilasciamo dettagli relativi alla produzione, le informazioni fornite da Bloomberg sono false”, si legge nella dichiarazione. “Non abbiamo cambiato il livello di produzione per PlayStation 5 dall’inizio della produzione di massa.”

Fonte: Bloomberg