Krafton ha svelato questo pomeriggio che i server di PUBG Lite, la versione free-to-play del battle royale destinata a macchine meno potenti, andranno offline alla fine di aprile.

Esistono varie versioni differenti di PlayerUnknown’s Battlegrounds, il gioco che ha reso popolare il genere battle royale e ha ispirato una lunga serie di concorrenti: una è giocabile su PC, quella a pagamento, un’altra (da record) è disponibile su mobile, mentre la terza è proprio PUBG Lite. Quest’ultimo titolo, che era gratuito ed era principalmente giocato da chi non aveva un dispositivo troppo potente, non sarà più giocabile dal 29 aprile.

Nella sua nota ai fan, Krafton, il publisher del gioco, non ha fornito un motivo per l’imminente chiusura, annunciando anche che il titolo non è più scaricabile già da ieri, martedì 30 marzo.

“Siamo profondamente grati per la passione e il sostegno dello stupefacente numero di fan di PUBG LITE che sono stati con noi. Durante i tempi difficili della pandemia di COVID-19, speriamo che PUBG LITE sia stato in grado di fornire ai nostri fan un modo divertente per rimanere al sicuro,” ha detto Krafton. “Purtroppo, abbiamo preso la difficile decisione di chiudere il servizio dopo molte riflessioni ed è arrivato il momento che il nostro viaggio finisca. Siamo spiacenti di informarvi che il servizio di PUBG LITE terminerà il 29 aprile 2021 (UTC).”

La notizia della chiusura dei server arriva dopo che PUBG Lite è diventato gratuito lo scorso novembre. Il gioco è stato lanciato in beta nel gennaio 2019 in Thailandia, e si è spostato in Europa nell’ottobre dello stesso anno.