In un’intervista rilasciata a IGN a pochi giorni di distanza dal lancio del gioco, il director Morimasa Sato e il producer Tsuyoshi Kanda hanno parlato delle prime fasi di sviluppo di Resident Evil Village, che come sappiamo è molto ispirato a Resident Evil 4.

Secondo Sato e Kanda, l’ispirazione al grande titolo della serie horror non è arrivata più tardi nello sviluppo, ma era nell’aria già dalle prime idee per il nuovo gioco. Sebbene Village sia un sequel diretto di Resident Evil 7, Kanda e Sato pensano che sia molto di più, con quest’ultimo che spiega che, durante le fasi di pianificazione, aveva già avuto l’idea di un villaggio come location del gioco, e che per farlo si era ispirato a Resident Evil 4.

“Se Resident Evil 7 è stato come un reboot che ha ereditato il DNA del Resident Evil originale, allora si può dire che questa volta stiamo facendo lo stesso per Resident Evil 4”, dice Kanda. “Abbiamo progettato il gioco e la sua struttura con in mente l’essenza di Resident Evil 4, quindi penso che sarete in grado di trovare molti elementi che vi ricordano quel gioco”.

“Nella storia della serie, credo che Resident Evil 4 sia quello in cui l’azione e il combattimento si sono evoluti maggiormente”, spiega Sato. “È interessante notare che anche Resident Evil 4 era ambientato in un villaggio. Per Resident Evil Village, stiamo portando l’essenza di Resident Evil 4, mentre Resident Evil 7 funziona come base del gioco. Non è un reboot di Resident Evil 4, ma la prole di Resident Evil 7 e Resident Evil 4“.

Resident Evil Village uscirà su PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series e Google Stadia il 7 maggio.