In una nuova intervista rilasciata ad IGN, Tomonori Takano, art director di Resident Evil Village, ha parlato di come è nato il design di Lady Dimitrescu e di come ha preso, assieme al team, l’enorme reazione del popolo di Internet al reveal del personaggio.

Nell’intervista, Takano spiega che il team ha iniziato a lavorare sul personaggio con la concept art di una “vampira che vuole essere una strega”, prendendo ispirazione da personaggi di rilievo del genere come Morticia Addams, la leggenda giapponese Hashaku-sama e Elizabeth Bathory, serial killer ungherese del 16esimo secolo.

“Nelle prime fasi di pianificazione, abbiamo deciso di partire con dei motivi di un castello e vampiri,” ha detto Tomori. “Tuttavia, non volevamo essere limitati da come i vampiri vengono rappresentati in diverse forme dell’intrattenimento popolare.”

lady-dimitrescu-resident-evil-village

È innegabile il fatto che Lady Dimitrescu non assomigli al vampiro tradizionale, e sebbene le sue figlie siamo più “vampire”, la tanto amata Lady di internet sembra più uscita da un film degli anni ’20. Inoltre, la sua enorme statura la rende un vampiro diverso dagli altri. “Il primo pezzo di concept art che ho disegnato era la scena nel trailer in cui Lady Dimitrescu si abbassa per camminare attraverso il corridoio,” ha aggiunto Takano. “Da quel momento, ho capito che dovevo fare quella scena.”

Infine, Takano ha ribadito che non si aspettava un successo così impressionante su internet come quello registrato per Lady Dimitrescu. “Non penso che nessuno del team abbia potuto prevedere come i fan avrebbero reagito a Lady Dimitrescu,” ha concluso Takano. “Personalmente, sono rimasto sorpreso da commenti come ‘Voglio essere inseguito da lei‘ [E ce ne sono tanti simili, ndr].”

Resident Evil Village uscirà il 7 maggio su PC, PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X/S.