Come riportato da VGC, SEGA ha recentemente registrato il marchio “SEGA NFT” in Giappone, suggerendo di essere pronta a lanciare i suoi token nonostante le critiche e i dubbi della community.

Il sito Chizai-Watch, che traccia tutti i nuovi marchi registrati nel Paese del Sol Levante, dice che SEGA ha depositato il marchio il 28 dicembre 2021. Solo oggi però, 14 gennaio 2022, è diventato visibile al pubblico.

SEGA aveva accennato quasi un anno fa di aver intenzione di vendere degli NFT. Dei piani dell’azienda giapponese non abbiamo più avuto dettagli fino alla fine dello scorso anno, quando il CEO Haruki Satomi aveva detto di star considerando tutti gli aspetti del mondo degli NFT. Satomi, infatti, aveva dichiarato che la compagnia non sarebbe andata oltre nel caso in cui gli NFT dovessero essere percepiti come un semplice “fare soldi”. La registrazione del marchio, tuttavia, lascia pensare che SEGA non abbia intenzione di fermarsi.

Sempre più compagnie di videogiochi hanno iniziato a vendere i loro NFT come Ubisoft e Konami, mentre altre come Square Enix hanno, per il momento, espresso semplice entusiasmo. Proprio la scorsa settimana Konami ha annunciato che presto venderà degli NFT di Castlevania per festeggiare il 35esimo anniversario della serie.